L'Associazione Italiana di Filosofia della Religione (AIFR) riunisce i docenti italiani e i ricercatori presso le Università italiane di Filosofia della Religione


N. 6 GENNAIO - APRILE  2018
ISSN 2532 - 1676

Direttore responsabile: 
Pierfrancesco Stagi

Il Comitato scientifico

Andrea Aguti (Presidente AIFR, Università di Urbino), Annalisa Caputo (Università di Bari), Carla Canullo (Università di Macerata), Roberto Celada Ballanti (Università di Genova), Virgilio Cesarone (Università di Chieti-Pescara), Francesco Paolo Ciglia (Università di Chieti-Pescara), Giuseppina De Simone (Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale) Adriano Fabris (Università di Pisa), Francesco Miano (Università di Roma "Tor Vergata"), Sergio Sorrentino (Università di Salerno), Pierfrancesco Stagi (Università di Torino), Pierluigi Valenza (Università "La Sapienza" di Roma), Silvano Zucal (Università di Trento)

La Redazione

Francesco Angelone (Reggio Calabria), Claudio Belloni (Milano), Nunzio Bombaci (Messina), Damiano Bondi (Firenze), Omar Brino (Roma), Mirko Di Bernardo (Roma), Andrea Fiamma (Chieti), Melissa Giannetta (Salerno), Elisa Grimi (Milano), Federica Pazzelli (Roma), Tudor Petcu (Bucarest), Alessio Ruggiero (Salerno), Alfonso Salvatore (Salerno - coordinatore della redazione), Stefano Santasilia (Napoli), Michele Turrisi (Pistoia)

Il Nuovo Giornale di Filosofia della Religione (NGFR) è riconosciuta dal MIUR, Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, come pubblicazione ufficiale per l'Abilitazione Scientifica Nazionale (ASN): è possibile inserire gli articoli pubblicati sul Nuovo Giornale di Filosofia della Religione (NGFR) nell'elenco delle pubblicazioni per accedere all'Insegnamento Universitario

Magistero e profezia.

Giuseppe Zarone filosofo della città e del suo ‘altro’

Martedì 5 dicembre 2017

Università di Salerno

Aula ‘Gabriele De Rosa’

Indirizzi di saluto:

Enrica Lisciani Petrini, in rappresentanza del Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione

Mariagiovanna Riitano, in rappresentanza del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale

Annibale Elia, in rappresentanza del Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione

Sessione mattutina

Ore 10,00

Il percorso filosofico di Giuseppe Zarone

Presidenza

Giovanni Ferretti

Domenico Taranto, Dall’illuminismo alla sua critica o dell’impossibile rapporto tra masse e potere

Francesco Piro, Uno strano Marx: Zarone tra ripresa e critica del marxismo occidentale

Massimo Adinolfi, L’avvento del cogito. Le riflessioni di Giuseppe Zarone su René Descartes

Elisabetta Barone, La parola tra discorso e silenzio: Pensiero e verità

Giuseppe Razzino, L’ultimo Zarone. Le inedite ricerche sul male

Sessione pomeridiana

Ore 15,30

L’ascolto della Parola tra filosofia e teologia

Presidenza

Giuseppe Razzino

Andrea Milano, “Filosofia e Teologia”: un’introduzione narrativa

Sergio Sorrentino, Giuseppe Zarone: il daimon della scienza come vocazione

Gian Paolo Cammarota, Esperienza ed esistenza. A partire da Giuseppe Zarone

Antonio Mastantuoni, In-segno: lo stare nella differenza

Giuseppina Di Stasi, Su nichilismo e verità. In dialogo con Giuseppe Zarone pensatore metafisico

Intervengono: Nicola Auciello, Daniela Calabrò, Maurizio Cambi, Clementina Cantillo, Vincenzo Cocco, Giuseppina De Luca, Giulio d’Onofrio, Francesco Saverio Festa, Francesco Mancuso, Franco Palombino, Gabriele Perrotti, Lucio Sessa, Francesco Tomatis

Comitato scientifico: Francesco Saverio Festa, Francesco Piro, Giuseppe Razzino, Domenico Taranto, Angelo Maria Vitale

Comitato organizzativo: Alessio Lembo, Fiorenza Manzo, Raffaele Molisse, Renato Trombelli

Eventi e convegni
28 - 31 AGOSTO 2018 PRAGA
CALL FOR PAPERS 
Conference of the European Society for Philosophy of Religion

L'UMANO E IL DIVINO /COLLANA DI 
FILOSOFIA DELLA RELIGIONE
 

IL PENSIERO FILOSOFICO-RELIGIOSO
ITALIANO
 
Novità Bibliografica
pensiero

 

Pensiero della trascendenza e pensiero della temporalità. Luigi Pareyson e Gianni Vattimo interpreti di Heidegger

 

Salvatore Rindone

Editions Sankt Ottilien 2017

Pensiero della trascendenza e pensiero della temporalità è il binomio che risulta dall’interpretazione che Pareyson e Vattimo fanno del pensiero di Heidegger. Da questo duplice accostamento nasce la possibilità di rinvenire la genealogia del pensiero dei due filosofi italiani, nonché di rintracciare una rilettura dell’intera opera del filosofo tedesco. La divisione in due parti del saggio favorisce sia una lettura accurata circa la recezione del pensiero di Heidegger in Italia sia una sua possibile interpretazione come pensiero che si pone al crocevia della filosofia occidentale, alla fine della metafisica, e che inaugura un nuovo modo di considerare l’ermeneutica, elemento comune quest’ultimo della riflessione dei tre filosofi. La complessità di sguardi e di linguaggi che emergono da questo intreccio danno ragione di una questione interpretativa sull’ontologia e sul cristianesimo che tuttora rimane aperta: si è ancora chiamati a scegliere tra trascendenza e temporalità, oppure non esiste trascendenza che non sia già temporalità?

Per info: Salvatore Rindone, Pensiero della trascendenza e pensiero della temporalità. Luigi Pareyson e Gianni Vattimo interpreti di Heidegger