L'Associazione Italiana di Filosofia della Religione (AIFR) riunisce i docenti italiani e i ricercatori presso le Università italiane di Filosofia della Religione


N. 13 / 14 MAGGIO - DICEMBRE 2020   ISSN 2532 - 1676

Direttore responsabile: 
Pierfrancesco Stagi

Il Comitato scientifico

Andrea Aguti (Presidente AIFR, Università di Urbino), Angela Ales Bello (Pontificia Università Lateranense), Annalisa Caputo (Università di Bari), Carla Canullo (Università di Macerata), Roberto Celada Ballanti (Università di Genova), Virgilio Cesarone (Università di Chieti-Pescara), Francesco Paolo Ciglia (Università di Chieti-Pescara), Giuseppina De Simone (Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale) Adriano Fabris (Università di Pisa), Francesco Miano (Università di Roma "Tor Vergata"), Sergio Sorrentino (Università di Salerno), Pierfrancesco Stagi (Università di Torino), Pierluigi Valenza (Università "La Sapienza" di Roma), Silvano Zucal (Università di Trento)

La Redazione

Francesco Angelone (Reggio Calabria), Claudio Belloni (Milano), Nunzio Bombaci (Messina), Damiano Bondi (Firenze), Omar Brino (Roma), Domenico Burzo (Bari), Giovanni Cogliandro (Roma), Emilio Di Somma (Napoli), Andrea Fiamma (Chieti), Elisa Grimi (Milano), Andreas Lind (Namur), Federica Pazzelli (Roma),  Salvatore Rindone (Enna), Alessio Ruggiero (Salerno), Alfonso Salvatore (Salerno - coordinatore della redazione), Stefano Santasilia (Napoli), Simone Stancampiano (Roma), Angelo Tumminelli (Roma), Michele Turrisi (Pistoia), Sofia Vescovelli (Genova)


La proposta di un contributo è vincolata al rispetto delle norme redazionali e alla sottoscizione della liberatoria, Norme redazionali e liberatoria

Il Nuovo Giornale di Filosofia della Religione (NGFR) è riconosciuta dal MIUR, Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, come pubblicazione ufficiale per l'Abilitazione Scientifica Nazionale (ASN): è possibile inserire gli articoli pubblicati sul Nuovo Giornale di Filosofia della Religione (NGFR) nell'elenco delle pubblicazioni per accedere all'Insegnamento Universitario

Convegno AIFR 2019

Concordia discors. Il dialogo interreligioso nello spazio della filosofia

 

Università di Genova

Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia

Via Balbi, 2

 

Programma

Mercoledì 13 novembre, ore 17, 00

Aula Magna del Dipartimento

Apertura del Convegno

Saluti istituzionali

Prolusione

Prof. Massimo Cacciari (Università di Venezia Ca’ Foscari)

Il dialogo interreligioso nello spazio della filosofia

Giovedì 14 novembre, ore 9,00

Aula Magna del Dipartimento

 

Prof. Roberto Celada Ballanti (Università di Genova)

Nello specchio dei dialoghi interreligiosi immaginari: dal De pace fidei di Cusano al Colloquium Heptaplomeres di Bodin

Prof. Gianfranco Bonola (Università di Roma III)

Opus diaboli. La polemica contro il buddhismo durante la missione gesuita in Giappone (1549-1639)

Coffee Break, ore 10,45

Prof. Hafez Haidar (Università di Pavia)

Il Corano e i Filosofi Arabi

Prof. Roberto Mancini (Università di Macerata)

La corresponsabilità per la salvezza. Per una filosofia del dialogo interreligioso

Pranzo, ore 13,00

 

Giovedì 14 novembre, ore 14,30

Aula Magna e altre aule

Sessioni parallele

Assemblea AIFR, ore 18,00

Cena sociale

 

Venerdì 15 novembre, ore 9,00

Prof. Gerardo Cunico (Università di Genova)

Il polilogo necessario

Prof. Adriano Fabris (Università di Pisa)

Esperienza religiosa e modelli di dialogo

Coffee Break, ore 10,45

Prof. Mario Micheletti (Università di Siena)

La questione della diversità religiosa. Aspetti etici ed epistemologici

Prof. Andrea Aguti (Università di Urbino)

Il dialogo interreligioso e la questione della verità

 

Chiusura dei lavori, ore 13,00

SCARICA LA LOCANDINA

 

Eventi e convegni
Novità Bibliografica

9788879623322 0 0 551 75


Medioevo Teologico

Alessandro Ghisalberti

Edizioni biblioteca francescana  2020

Il "nascondimento di Dio" è la molla che spinge i pensatori medievali a ricercarlo nella Scrittura, nel simbolismo della natura, nella forza speculativa della razionalità umana. L'autore, a partire dall'analisi di autori significativi (Tommaso d'Aquino, Bonaventura, Duns Scoto...) evidenzia come per l'elaborazione della teologia razionale del medioevo sia stato determinante il confronto critico con le categorie del pensiero filosofico greco, platonico e aristotelico. Il testo, uscito in prima edizione nel 1990, divenuto un classico come manuale di filosofia e teologia medievale, viene presentato in un'edizione completamente rivista e con una bibliografia aggiornata sino ai nostri giorni.

Per info: Alessandro Ghisalberti, Medioevo teologico